Lettera di ringraziamento al Cardinale Sepe

Pubblichiamo la lettera di ringraziamento che questa comunità  ha inviato al Cardinale,
S. E. Crescenzio Cardinale Sepe

Eminenza,

           nella ricorrenza del Santo Natale e  con lo spirito del fanciullo che è dentro di noi ci rivolgiamo a Lei, nostra guida spirituale, con questa  lettera e con la certezza che viene dalla parola del Signore che ci dice “se non vi farete piccoli come bambini non entrerete nel Regno dei Cieli” (Mt. 18,3) per esprimere il nostro più sincero e vivo ringraziamento per il dono del nostro Parroco don Giuseppe Conca, don Pino per gli amici, a distanza di un anno dal suo arrivo in Parrocchia.

         Il ringraziamento parte dal cuore, perché in questo anno abbiamo avuto modo di conoscere un uomo, un sacerdote che ha cercato con cura e paternità di accrescere ancora di più in noi il senso della familiarità.

       Con coraggio don Pino ha affrontato alcune problematiche della struttura parrocchiale, pur tra difficoltà organizzative e finanziarie, al fine di rendere la nostra chiesa sicura, calda ed accogliente.

          Carattere sincero e schietto, senza peli sulla lingua, incurante di critiche e  polveroni ci  sprona ad esprimere le nostre idee liberamente, nel rispetto dell’insegnamento evangelico, in un clima in cui il rapporto con la comunità deve essere improntato sulla coerenza cristiana che richiede il nostro servizio verso gli altri.

        In quanto famiglia ha voluto che ognuno di noi responsabilmente fosse informato, delle entrate e delle spese parrocchiali, attraverso la pubblicazione in bacheca del bilancio della Parrocchia.

          Dando priorità al discorso “ragazzi” è stato riorganizzato il gruppo dei Catechisti col l’entrata di alcune mamme ed il coinvolgimento di persone della Parrocchia che in questi mesi hanno trasformato il loro timore iniziale, in gioia ed entusiasmo, perché lavorare con il Signore  per  la formazione cristiana dei nostri ragazzi, pilastri  della società del domani ma soprattutto futuri annunciatori e apostoli  dell’Amore di Dio per l’uomo,  è quello che tutti i Cristiani dovrebbero provare nella loro vita terrena.

        Nell’ottica del massimo coinvolgimento dei giovani è stata istituita l’associazione “l’Acchiappasogni”,  perché un’attività oratoriale ben organizzata da persone debitamente formate, è  speranza per noi che  un giorno, con l’aiuto del Signore, ci saranno gruppi di giovani cresciuti nella fede, portatori del messaggio cristiano della salvezza in Cristo risorto.

         A questo proposito sono stati avviati un corso di chitarra e attività teatrali con il coinvolgimento di tutti i ragazzi iscritti al Catechismo, al fine di preparare spettacoli ed altre simpatiche iniziative da proporre nei periodi forti dell’anno pastorale e non solo.

           Particolarmente sensibile al tema della  legalità (il nostro territorio lo richiede),  don Pino ha dato spazio ad iniziative atte a sensibilizzare nei giovani e negli adulti il rispetto dell’altro e del vivere civile. Con il gruppo teatrale dei ragazzi sono stati preparati per il 2012 uno spettacolo su Giancarlo Siani “Ladri di sogni” e per il 2013 la “Cantata per la festa dei bambini morti di mafia” prevista per il 21 Marzo in occasione della Giornata mondiale dei morti per mafia.

          Fortemente voluto, il servizio parrocchiale della Caritas, che seppure con le difficoltà che scaturiscono dalla mancanza di strutture e supporti adeguati, ha consentito alla Parrocchia di poter  aiutare un numero consistente di famiglie indigenti, non solo con la distribuzione degli alimenti ma anche con incontri mirati all’ascolto delle loro problematiche di vita familiare.

       Ampliata la formazione degli operatori pastorali al fine di sviluppare in modo più articolato il progetto NIP con lo scopo di sensibilizzare e rendere più interessata e collaborativa l’intera comunità parrocchiale.

        Riorganizzato il discorso del PerCorso di preparazione al sacramento del matrimonio con la costituzione di una equipe formata da coppie di sposi, un avvocato, un medico ginecologo interagenti sotto la supervisione del parroco.

         E’ stato costituito, infine, un coro parrocchiale di cui fanno parte persone frequentanti la parrocchia.

     Oggi la comunità parrocchiale della Chiesa Santa Maria del Buon Consiglio e Sant’Antonio ha un suo sito internet, uno strumento di comunicazione aperto a tutti interni ed esterni dove, anche questo ringraziamento inviato al “nostro” Cardinale diventa condivisibile con chiunque voglia collegarsi.

          Nel rinnovare il nostro grazie a Lei,  Eminenza, per il dono di don Pino,  chiediamo la benedizione del Signore affinché  questo cammino, che abbiamo intrapreso con il nostro Parroco, possa essere sempre all’insegna dell’amore cristiano, dello spirito di servizio e dell’impegno caritatevole per chi è in difficoltà facendo nostra una espressione di Gesù che ci invita ad essere “servi inutili” (Lc 17,10) ovvero a mettere al centro del nostro impegno pastorale il Signore e non il nostro Io, ma anche una sua espressione che tanto ci piace siamo sicuri che “ A’ Maronna c’accumpagne”.

Cogliamo l’occasione per augurarLe i nostri più affettuosi e fraterni AUGURI.

Torre Annunziata lì 25 dicembre 2012

                  Comunità parrocchiale Santa Maria del Buon Consiglio e Sant’Antonio

Condividi