12.12.2015 – apertura del Giubileo della Misericordia – Diocesi di Napoli

Ieri pomeriggio un folto gruppo della nostra parrocchia guidati dal parroco e dal diacono si è recato a Napoli per partecipare alla celebrazione eucaristica presieduta da sua Eminenza Card. Crescenzio Sepe in occasione della solenne apertura delle Porta della Misericordia nella diocesi di Napoli. La celebrazione ha avuto inizio nella Chiesa dei SS. Apostoli e si è conclusa nel Duomo di Napoli.

Segui questo link per consultare  l’omelia del Cardinale Crescenzio Sepe

…e quella del Santo Padre Papa Francesco

1436508777778_A

Il logo e il motto offrono insieme una sintesi felice dell’Anno giubilare. Nel motto Misericordiosi come il Padre (tratto dal Vangelo di Luca, 6,36) si propone di vivere la misericordia sull’esempio del Padre che chiede di non giudicare e di non condannare, ma di perdonare e di donare amore e perdono senza misura (cfr. Lc 6,37-38). Il logo – opera del gesuita Padre Marko I. Rupnik – si presenta come una piccola summa teologica del tema della misericordia. Mostra, infatti, il Figlio che si carica sulle spalle l’uomo smarrito, recuperando un’immagine molto cara alla Chiesa antica, perché indica l’amore di Cristo che porta a compimento il mistero della sua incarnazione con la redenzione. Il disegno è realizzato in modo tale da far emergere che il Buon Pastore tocca in profondità la carne dell’uomo, e lo fa con amore tale da cambiargli la vita. Un particolare, inoltre, non può sfuggire: il Buon Pastore con estrema misericordia carica su di sé l’umanità, ma i suoi occhi si confondono con quelli dell’uomo. Cristo vede con l’occhio di Adamo e questi con l’occhio di Cristo. Ogni uomo scopre così in Cristo, nuovo Adamo, la propria umanità e il futuro che lo attende, contemplando nel Suo sguardo l’amore del Padre.

La scena si colloca all’interno della mandorla, anch’essa figura cara all’iconografia antica e medioevale che richiama la compresenza delle due nature, divina e umana, in Cristo. I tre ovali concentrici, di colore progressivamente più chiaro verso l’esterno, suggeriscono il movimento di Cristo che porta l’uomo fuori dalla notte del peccato e della morte. D’altra parte, la profondità del colore più scuro suggerisce anche l’imperscrutabilità dell’amore del Padre che tutto perdona.

Nel nostro decanato (il XIII° della diocesi di Napoli) si potrà beneficiare dell’indulgenza presso le seguenti chiese:

  • Santuario dello Spirito Santo in Torre Annunziata,
  • Santuario Maria SS. del Buon Consiglio  in Torre del Greco
  • Basilica di Santa Croce in Torre del Greco.

Inoltre i cittadini di Torre Annunziata potranno anche recarsi presso la Basilica della Madonna della Neve, facente parte della diocesi di Nola, anch’essa riconosciuta come chiesa della misericordia.

Nell’apposita sezione del sito sono state pubblicate alcune foto e si ricorda di far riferimento su internet al portale dell’evento giubilare al seguente link http://www.iubilaeummisericordiae.va/

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *